B&B: dalla biodiversità alla bioeconomia, i milioni di volti del Carbonio.

attività laboratorio bioeconomia

Mercoledì 23 febbraio è partito al Liceo G. Marconi il progetto nazionale sulle STEAM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria, Arti e Matematica) dedicato alla Biodiversità attraverso un approccio scientifico e al femminile. L’obiettivo ultimo è far capire ai nostri studenti che l’approccio scientifico è quanto serve a risolvere le criticità ambientali della nostra epoca. Un metodo che come sappiamo, si basa sull’analisi dei dati, osservazioni e percorsi esperenziali attraverso i quali si giunge a una descrizione della realtà in modo oggettivo e verificabile.
Il taglio che daremo al progetto però sarà in positivo pur partendo dalle criticità della nostra epoca che vanno dalla perdita di biodiversità, alle progressive desertificazioni fino ai cambiamenti climatici. risorse della bioeconomiaMa le risorse dei nostri ragazzi sono enormi, a partire dalle conoscenze e competenze scientifiche che rappresentano il bagaglio culturale con cui affrontare le sfide del futuro. Esattamente come ci chiede l’agenda ONU per il 2030 dove per la prima volta nella storia dell’umanità gli obiettivi per uno sviluppo sostenibile (17 in tutto per 168 target) sono condivisi tra tutti i popoli del mondo e oggi anche patrimonio culturale anche degli studenti.
Il passo in più che faremo con questo progetto è capire come il Carbonio, l’elemento simbolo della vita e quindi della biodiversità, cambia forma nel nostro pianeta, dove si trova e in che modo possiamo ristabilire gli equilibri fondamentali della vita sulla terra che si basa appunto sul “Ciclo del Carbonio”.
I ragazzi più grandi affronteranno poi il tema della “Bioeconomia”, ovvero quell’approccio alla produzione dei beni di uso comune che non passa più dalle fonti fossi ma sfrutta in modo conservativo, e quindi rispettando la biodiversità, le risorse rinnovabili ovvero quelle fonti vegetali (biomasse e scarti) che non alterano il ciclo del Carbonio e ristabiliscono gli equilibri.
Conoscere, pensare, progettare, sperimentare saranno le parole chiave di un percorso circolare in cui studenti ma anche insegnati saranno chiamati a portare un contributo di competenze non solo al progetto, ma, si spera, a tutta la società.

Daniela Riganelli
Coordinatrice progetto per il liceo G. Marconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.